CNR ISAFOM

Studio e analisi dei processi fisici, chimici e biologici che determinano il funzionamento e la dinamica degli agro-ecosistemi negli ambienti a clima mediterraneo, per il miglioramento quali-quantitativo delle produzioni, per l’ottimizzazione dell’uso delle risorse naturali, e per la valorizzazione delle funzioni dei sistemi agricoli e forestali. Sviluppo e applicazione di metodi di ricerca e di innovazioni tecnologiche avanzate per il monitoraggio e la previsione degli impatti e delle risposte degli ecosistemi agrari e forestali alle pressioni antropiche e climatiche.

L’ISAFOM afferisce al Dipartimento di Scienze Bio-Agroalimentari del CNR ed ha una "massa critica" di 89 unità ripartito tra le sedi di Portici - NA (sede centrale), Catania, Rende (CS), e Perugia.

Mercoledi 14 luglio, in modalità mista tra presenza ed online (https://us02web.zoom.us/j/85164173007), si svolgerà il seminario CAMPANIA: UNA PIATTAFORMA WEB INTERATTIVA (LANDSUPPORT) PER DIFENDERE IL TERRITORIO RURALE DAI PROCESSI DI DEGRADO DEL SUOLO incentrato sul Progetto scientifico Landsupport e che vede anche esercitazioni web per i partecipanti. Tra gli esperti interverranno i Dott. Marialaura Bancheri e Piero Manna dell'Isafom-CNR.

Il seminario rientra nel ciclo di attività di aggiornamento organizzato dalla Società italiana di Pedologia (SIPE) e dal Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali (CONAF). Siete tutti invitati a parteciparvi. Per dettagli organizzativi ed ulteriori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consulta il programma completo 

 

 

Mettere in relazione specialisti del suolo per condividere a livello nazionale l’uso di modelli e definire carte tematiche. Questi gli obiettivi del corso nazionale di Idrologia del suolo nato da una collaborazione tra Arpa Veneto e l’Istituto per Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (Isafom) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, per offrire le basi per un approccio integrato alla soluzione di problemi agro-ambientali.

Il corso si articola in due parti. La prima, organizzata con quattro incontri online, (13, 20, 27 MAGGIO E 3 GIUGNO 2021, dalle 10.00 – 12.30; cfr. foto 1 e 2), è terminata lo scorso 3 giugno ed ha visto la partecipazione di 70 tecnici che svolgono la loro attività nelle strutture che attualmente si occupano di suolo: Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Sistema delle Agenzie Regionali per l’Ambiente (SNPA), Regioni, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA), vari Enti regionali per lo sviluppo agricolo e vari professionisti del settore.

“Nell' articolo "Soil burrow characterization by 3D image analysis: Prediction of macroinvertebrate groups from biopore size distribution parameters"( https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0016706121003724) di seguito riportato si caratterizza, per la prima volta con metodi di morfologia matematica applicata ad immagini tridimensionali, la geometria di scavo di 5 diversi tipi di macroinvertebrati che vivono nel suolo. Dalla suddetta geometria dipendono numerose importanti funzioni biologiche e fisiche del suolo e gli autori hanno dimostrato, in particolare, che ogni tipologia di macroinvertebrato ha un impatto molto peculiare sulla struttura del suolo. Inoltre tale specificità può essere efficacemente rappresentata e sintetizzata attraverso un ridotto numero di parametri della distribuzione dimensionale dei volumi di scavo  che consentono anche di risalire alle proprietà idrologiche indotte nei suoli da tali attività biologiche.


 

Nel corso della importante <<International Soil Modelling Consortium- ISMC2021 Conference>> organizzazione internazionale che raccoglie tutti i più importanti modellisti del suolo, la Dottoressa Marialaura Bancheri dell’Isafom (Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo) di Portici è stata insignita del riconoscimento “Early Career ISMC Presentation Awards 2021”. Il premio le è stato conferito per il lavoro da lei svolto per il progetto LandSupport: The extended transfer function model for the simulation of pesticidestransport along the unsaturated zone”.
 

Ultime notizie

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.