Ricercatore

email: silavna.pagliuca[at]cnr.it

Tel.: + 39 06.4993 (int.27549)

 

Titolare di una borsa di studio (bando 201.06.18 del 7-10-85) conferita con prot.n.041535 del 14/5/1986 dal CNRedespletata nell’ambito del Progetto Finalizzato IPRA dal 2/6/1986 all’1/6/1987 presso l’ISPAIM del CNR di Napoli nel settore geologico-ambientale.

Ricercatrice in ruolo del CNR dal 1988 presso l’Istituto ISPAIM (ora ISAFOM) del CNR di Napoli (prot. N. 1000517 del 21/10/1988); l’attività svolta è stata valutata e certificata periodicamente come per legge e normative del CNR.

 

  • Responsabile scientifico di uno studio avviato nel 1994 nella Comunità Montana “Fortore Beneventano” nell' ambito del P.F. RAISA del CNR; sono state elaborate varie carte tematiche (Carta geologica, geomorfologica, dei suoli, dell' erosione potenziale massima, idrogeologica, dell' uso attuale del suolo, delle capacità d' uso agricolo ai fini della conservazione della risorsa suolo) che sono state utilizzate dalla Comunità Montana per la pianificazione territoriale in quanto ritenuti elaborati innovativi ed originali.
  • Responsabile scientifico di uno studio avviato nel 1994 nel Basso Volturno  nell' ambito del P.F. RAISA del CNR per la caratterizzazione geologica delle modificazioni climatico - ambientali oloceniche della pianura alluvionale costiera del Fiume Volturno, svolto presso l'ISPAIM/ISAFOM ed in collaborazione con i  Dipartimenti di Scienze della Terra, di Pianificazione e Scienza del Territorio e di Geofisica e Vulcanologia dell’ Università di Napoli Federico II e di cui la sottoscritta ha curato personalmente la revisione di numerose stratigrafie esistenti e l' elaborazione di nuovi dati di sottosuolo. Responsabile scientifico dal 1998al 2004 del Modulo di ricercaafferente al Dipartimento Terra e Ambiente  del CNR (Progetto: TA.P05 / Rischi naturali ed antropici del territorio; Commessa: TA.P05.009 / Evoluzione geologica recente, pedogenesi ed erosione del suolo - Modulo: TA.P05.009.005/ Risposta del territorio all’uso agricolo e forestale).
  • Responsabile scientifico di attività di ricerca svolte nell’ambito della linea di ricerca istituzionale n. 1 (Utilizzazione di acque saline: meccanismi di risposta della pianta ed effetti sul suolo e sulle colture) per lo studio delle caratteristiche stratigrafiche ed idrogeologiche del sottosuolo eseguito a scala parcellare nell' azienda agricola del CNR a Vitulazio e della linea di ricerca istituzionale n. 2  dell'ISPAIM ( Studio dei suoli in agroecosistemi mediterranei) per lo studio delle relazioni esistenti tra le caratteristiche stratigrafiche ed idrogeologiche ed il fenomeno della salinizzazione secondaria nelle aree alluvionali costiere, quali il Basso Volturno (i risultati sono stati ampiamente pubblicati e illustrati in vari convegni). Responsabile scientifico della linea di ricerca istituzionale 2.4.“Stima dell'ingressione di acque salmastre nell'entroterra della piana alluvionale costiera del F.Volturno” che è stata espletata dal 2004 presso l’ISAFOM del CNR nell’ambito delle ricerche istituzionali. Il contributo fornito risulta di notevole interesse per la comprensione dell’assetto stratigrafico del sottosuolo delle aree interessate da intensa attività agricola e che sono minacciate da una carenza di risorse idriche connesse ai cambiamenti climatici e alla desertificazione che costituiscono rischi per la conservazione e gestione sostenibile del territorio. Gli ultimi elementi scientifici elaborati in merito sono ampiamente descritti nella nota scientifica/internal report presentata  al I° Annual International Meeting Project SWUP – MED, Adana - Turchia il 4/7/2009 e l’anno successivo (2010) illustrata agli operatori  agricoli dell’area (Responsabile Dott. Riccardo D’Andria, Direttore dell’ISAFOM).
  • Autrice e coautrice di oltre 150 pubblicazioni scientifiche su libri e riviste nazionali ed internazionali e di oltre 100 comunicazioni scientifiche presentate come comunicazioni orali, posters ed abstracts in vari convegni nazionali ed internazionali. L’attività scientifica continua e costante è in linea con il Programma Nazionale per la Ricerca approvato dal CIPE e relative linee tematiche di riferimento approvate dal Consiglio Direttivo del CNR, nonché con le ricerche istituzionali dell’ISAFOM e dei Dipartimenti dell’Università di Napoli Federico II con cui la sottoscritta collabora a pieno titolo da anni.

 

 

Ultime notizie

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.